Link utili

Si tratta della capacità del lavoratore di fare il suo lavoro in maniera sicura ed efficace. La può decidere di escludere da un lavoro pericoloso (inidoneità) un lavoratore al quale si applicano le prescrizioni sulla prevenzione in materia di medicina del lavoro, o di autorizzarlo ad eseguire quel lavoro a certe condizioni (idoneità condizionata). Il datore di lavoro riceve una copia della decisione. Se il lavoratore è in grado di eseguire senza condizioni il lavoro di cui trattasi (idoneità), la informa questo così come il datore di lavoro. L’inidoneità non può essere pronunciata se non nell’ipotesi in cui il lavoratore sia seriamente minacciato dal proseguimento dell’attività esercitata sino a quel momento. Essa può essere temporanea o permanente. La decisione deve attirare l’attenzione del lavoratore sulle possibilità che egli ha di essere tutelato e risarcito.