Sapevi che…?

Esiste una maggiore probabilità che i lavoratori giovani siano vittime di incidenti sul lavoro, ma i colleghi più anziani possono subire infortuni più gravi e incidenti mortali.
Nel 2014, il tasso di occupazione più elevato in Europa tra i lavoratori di età compresa tra i 55 e i 64 anni è stato registrato in Svezia (74%), Germania (65,5%) e Estonia (64,0%), mentre in Svizzera era del 70,5%.
Nei prossimi 50 anni in Europa è prevista una riduzione del numero di soggetti in età da lavoro di quasi 42 milioni (cifra grosso modo equivalente all’intera popolazione della Spagna).
In Europa, gli aspetti più difficili da gestire per i lavoratori con una età superiore ai 55 anni comprendono l’esclusione dai percorsi di formazione, la presenza di luoghi comuni negativi tra i colleghi più giovani e l’impossibilità di accedere a opportunità relative a forme di pensionamento graduale.
Quasi un lavoratore su 5 con un’età superiore ai 50 anni non crede che riuscirebbe a svolgere la stessa attività lavorativa una volta raggiunti i 60 anni di età.
Più del 60% dei soggetti con una età superiore a 50 anni afferma di sentirsi più in forma che mai.
close
Fonte
  • Milieu: WP1 State-of-the-Art-Review for Safer and Healthier Work at Any Age, 2015;
  • Eurobarometer: Active Ageing Report, 2012;
  • ESF Age: EAF Age Network Working Group I Report: Good Practice Examples on Sustainable Employability and Workability drawn from across Europe, 2012;
  • European Commision: Population ageing in Europe - -Facts, implications and policies, 2014;
  • J.O. Crawford et al.: The Health Safety and Health promotion Needs of Older Workers, 2010.